Alessandra Coen

Etruscum Aurum

Le bulle auree in Etruria tra età tardo classica ed ellenistica

Biblioteca di «Studi Etruschi», 65
2021, 212 pp., con 23 illustrazioni nel testo, 11 Tavv. a colori e 20 Tavv. b/n fuori testo
Brossura, 17 x 24 cm
ISBN: 9788876893346

€ 138,00  € 131,10 - Just published
  • Add to cart Add to cart Add to cart
  • Altre edizioni
    Formato PDF con DRM
    ISBN:
    € 122,00
    Google Play Libri Google Play Libri Google Play Libri
ABSTRACT

Il lavoro è dedicato ad una categoria di oreficerie che, malgrado i numerosi accenni in vari contributi scientifici, non è mai stata oggetto di uno studio specifico. Vengono analizzati l’uso e il significato simbolico della bulla in base alle fonti storiche e letterarie antiche e alle interpretazioni degli studiosi moderni. Grazie ai dati offerti da queste importanti attestazioni, confrontati con le testimonianze storiche e letterarie e con le tematiche decorative riprodotte sulle stesse bulle è stato possibile tentare un quadro interpretativo sull’uso del monile nelle varie aree, soprattutto per risolvere la vexata quaestio se la bulla abbia assunto in Etruria lo stesso significato simbolico che rivestiva nel mondo romano. Il volume affronta anche il tema della riproduzione del monile nelle diverse produzioni artistiche, dalla coroplastica, che offre indubbiamente i dati più interessanti, alla ceramografia, alla megalografia e alle arti minori (in particolare gli specchi). L’ultima parte del volume è dedicata al catalogo descrittivo degli esemplari raccolti, ordinati secondo la tipologia individuata.

This book focuses on a category of gold objects that, though mentioned numerous times in a variety of scholarly publications, have never been the object of a specific study. The use and the symbolic meaning of the bulla are analysed on the basis of the ancient historical and literary sources, and the interpretations of modern scholars. The information provided by these important attestations, read alongside the historical and literary sources and the decorative themes presented on the bullae themselves, have made it possible to attempt an interpretation of the use of these items of jewellery in different areas. In particular, the book endeavours to resolve the vexata quaestio of whether the bulla possessed the same symbolic significance in Etruria that it held in the Roman world.

Attached
  • Book preview Book preview Book preview
TABLE OF CONTENTS

Introduzione
I. La bulla nelle fonti storiche e letterarie
II. Tipologia
III. I contesti
IV. Le attestazioni iconografiche
Catalogo
Conclusioni

Alessandra Coen
Professore associato di Etruscologia e archeologia italica presso l’Università degli studi di Urbino Carlo Bo e membro del Collegio docenti del Dottorato in Archeologia (Etruscologia) presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza. Dal 2014 è membro corrispondente dell’Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici. I suoi principali interessi, oltre alle oreficerie di epoca preromana, alle quali ha dedicato varie pubblicazioni, si rivolgono alle culture italiche, in particolare alla civiltà picena, di cui si è occupata con diversi contributi analizzandone anche gli aspetti legati al collezionismo Ottocentesco (studi su Compagnoni Natali di Montegiorgio). Partecipa inoltre ormai da molti anni, con colleghi delle Università della Campania Luigi Vanvitelli, della Tuscia e di Bonn, ad un progetto internazionale di studio e di scavo della necropoli di Monte Abatone a Cerveteri, i cui risultati sono già stati anticipati in diversi articoli in riviste scientifiche e in alcuni convegni. Nella stessa collana Biblioteca di Studi Etruschi ha già pubblicato nel 1991 un volume dedicato proprio ad alcuni contesti funerari di Cerveteri.