Marco Aimone

Il tesoro di Canoscio

Monumenti Antichi, 72, Serie misc. 18
2015, 184 pp., Tavv. 6, Figg. 65 f.t.
Brossura, 24 x 34 cm
ISBN: 9788876892851

€ 130,00  € 123,50
  • ADD TO CART ADD TO CART ADD TO CART
ABSTRACT

From the preface (Erica Cruikshank Dod)

The Canoscio hoard presents the largest treasure found in Italy from the late antique period. In this book, Marco Aimone compares the Canoscio treasure to many similar Italian hoards discovered in the past two centuries, and, in so doing, throws new light on classical traditions that stand solid during this period of change and turmoil, while illustrating the input of the new invaders, as well as the effect on the West of a new, Christian Byzantium.

Attached
  • Book preview Book preview Book preview
TABLE OF CONTENTS

Prefazione (E. Cruikshank Dodd)
Bibliografia
Premessa

Capitolo I - INTRODUZIONE
Il tesoro di Canoscio: le ragioni di un nuovo studio
Fortuna critica del tesoro
Obiettivi e metodologia della presente indagine

Capitolo II - DALLA SCOPERTA ALLA MUSEALIZZAZIONE
Luogo e circostanze del ritrovamento: dati noti e punti controversi
Il contesto del ritrovamento: il territorio di Città di Castello fra tarda Antichità e alto Medioevo
La musealizzazione del tesoro
Primo e terzo gruppo
Secondo gruppo

Capitolo III - CATALOGO
Primo gruppo di oggetti
Secondo gruppo di oggetti
Terzo gruppo di oggetti

Capitolo IV - ANALISI DEI MATERIALI
Forme aperte
Forme chiuse
Cucchiai
Colini
Frammenti

Capitolo V - CONCLUSIONI
Gli oggetti contesi: falsi o autentici?
Sull’altare o sulla mensa? Natura e composizione del tesoro
I proprietari; il contesto storico; l’occultamento
Fra Ravenna, Bisanzio e Cartagine: ipotesi sulle botteghe
Il ritrovamento di Canoscio nel contesto dei tesori di argenterie tardoantichi e protobizantini